Archivi tag: rip curl

Fanning Vince il Rip Curl PRO Search

Garda le foto dell’evento Rip Curl PRO Search 2009 – Peniche

28.10.2009
Mick Fanning Vince il rip curl pro search 09Mick Fanning vince il rip curl pro search 2009 dopo essere approdato alla finale senza dover entrare in acqua data l’assenza per infortunio del giovane Owen Wright. La caduta di ieri non gli ha permesso di disputare la semifinale.

Un pò per strategia Owen non disputa la semifinale anche se la sua caduta gli ha causato la rottura del timpano e una contusione al collo. Sarà sicuramente uno dei protagonisti del ASP 2010.

Joel Parkinson si fa bloccare al terzo posto da un grande Bede Durbidge e perde l’occasione di confermarsi il campione del 2009. Lascia la possibilatà al grande Mick Fanning. Quindi finale di tour all’ultimo fiato per decretare il campione di quest’anno. Pipeline annuncerà il vincitore!

27.10.2009Rip Curl PRO Serach Peniche - Owen Wright
Dopo un giorno di stop con tutta tranquillità riprendono le gare. Si può dire che qui le onde ci sono in abbondanza. Oggi 6 piedi tubanti velocissimi. Condizioni per ottimi tubi ma per niente facili anche per i PRO dell’asp. Non sono mancate cadute spettacolari.

Primo caduto del Round 3 Dane Raynolds a causa dell’inarrestabile Owen Wright, pupillo Rip Curl, che nei quarti di finale avrà un infortunio e dovrà abbandonare la heat contro Damien Hobgood. Passerà comunque la heat avendo già accomulato un punteggio di 12.83 e avendo segnato un bel 10!.

Rip Curl PRO Serach Peniche - Joel ParkinsonJoel Parkinson sembra aver ritrovato il suo stato di forma e procede fino alle semifinale eliminado prima il giovane Kai Otton (HAW) e poi nei quarti Bobby Martinez che non riesce ad esprimersi al meglio su queste onde tubanti e veloci.

Il vincitore uscente dal Mundaka PRO Adriano de Souza viene fermato nel round 3 da Tim Rayes che incontrerà nei quarti l’attuale campione del mondo Mick Fanning.

Buona anche la prestazione di Jordy Smith che esprime un grande surf fino ad incontrare Bede Durbidge che lo ferma nei Quarti di finale per un soffio. Sono poche le onde che lasciano la via d’uscita.

Semifinale e Finale tutta australiana questa del Rip Curl PRO Serch – Piniche, domani quasi sicuramente la conclusione della tappa

Joel Parkinson sempre più vicino al titolo, aspettiamo, forse, lo scontro tra titani: Mick vs Parko

di Lorenzo Cerrata

CHILE 05 535 Dopo due giorni di lay day, nonostante i 3-4ft, il Rip Curl Pro Search suona la sua prima sirena il 21 ottobre e si annuncia una gara storica  per la situazone della classifica generale del WCT, ma soprattutto perchè finalmente i riders saranno messi in seria difficoltà dalla misura delle onde.

 

 

 

fanning m9234arica07tostee lLe previsioni indicano una swell tra 15 e i 18ft con picco di 20ft che per noi italiani sono poco piu di 6m, ma fate attenzione perchè i 6m sono calcolati da dietro.Per  chi bazzica sull’oceano si tratta di una misura intorno a 3 times overhead. Paragonata a onde italiane questa misura si aggira tra gli 8 e 10m a seconda del tipo di onda.

 

 

Garda le foto dell’evento Rip Curl PRO Search 2009 – Peniche

28.10.2009
Mick Fanning Vince il rip curl pro search 09Mick Fanning vince il rip curl pro search 2009 dopo essere approdato alla finale senza dover entrare in acqua data l’assenza per infortunio del giovane Owen Wright. La caduta di ieri non gli ha permesso di disputare la semifinale.

Un pò per strategia Owen non disputa la semifinale anche se la sua caduta gli ha causato la rottura del timpano e una contusione al collo. Sarà sicuramente uno dei protagonisti del ASP 2010.

Joel Parkinson si fa bloccare al terzo posto da un grande Bede Durbidge e perde l’occasione di confermarsi il campione del 2009. Lascia la possibilatà al grande Mick Fanning. Quindi finale di tour all’ultimo fiato per decretare il campione di quest’anno. Pipeline annuncerà il vincitore!

27.10.2009Rip Curl PRO Serach Peniche - Owen Wright
Dopo un giorno di stop con tutta tranquillità riprendono le gare. Si può dire che qui le onde ci sono in abbondanza. Oggi 6 piedi tubanti velocissimi. Condizioni per ottimi tubi ma per niente facili anche per i PRO dell’asp. Non sono mancate cadute spettacolari.

Primo caduto del Round 3 Dane Raynolds a causa dell’inarrestabile Owen Wright, pupillo Rip Curl, che nei quarti di finale avrà un infortunio e dovrà abbandonare la heat contro Damien Hobgood. Passerà comunque la heat avendo già accomulato un punteggio di 12.83 e avendo segnato un bel 10!.

Rip Curl PRO Serach Peniche - Joel ParkinsonJoel Parkinson sembra aver ritrovato il suo stato di forma e procede fino alle semifinale eliminado prima il giovane Kai Otton (HAW) e poi nei quarti Bobby Martinez che non riesce ad esprimersi al meglio su queste onde tubanti e veloci.

Il vincitore uscente dal Mundaka PRO Adriano de Souza viene fermato nel round 3 da Tim Rayes che incontrerà nei quarti l’attuale campione del mondo Mick Fanning.

Buona anche la prestazione di Jordy Smith che esprime un grande surf fino ad incontrare Bede Durbidge che lo ferma nei Quarti di finale per un soffio. Sono poche le onde che lasciano la via d’uscita.

Semifinale e Finale tutta australiana questa del Rip Curl PRO Serch – Piniche, domani quasi sicuramente la conclusione della tappa

Joel Parkinson sempre più vicino al titolo, aspettiamo, forse, lo scontro tra titani: Mick vs Parko

di Lorenzo Cerrata

CHILE 05 535 Dopo due giorni di lay day, nonostante i 3-4ft, il Rip Curl Pro Search suona la sua prima sirena il 21 ottobre e si annuncia una gara storica  per la situazone della classifica generale del WCT, ma soprattutto perchè finalmente i riders saranno messi in seria difficoltà dalla misura delle onde.

 

 

 

fanning m9234arica07tostee lLe previsioni indicano una swell tra 15 e i 18ft con picco di 20ft che per noi italiani sono poco piu di 6m, ma fate attenzione perchè i 6m sono calcolati da dietro.Per  chi bazzica sull’oceano si tratta di una misura intorno a 3 times overhead. Paragonata a onde italiane questa misura si aggira tra gli 8 e 10m a seconda del tipo di onda.

 

 

Garda le foto dell’evento Rip Curl PRO Search 2009 – Peniche

28.10.2009
Mick Fanning Vince il rip curl pro search 09Mick Fanning vince il rip curl pro search 2009 dopo essere approdato alla finale senza dover entrare in acqua data l’assenza per infortunio del giovane Owen Wright. La caduta di ieri non gli ha permesso di disputare la semifinale.

Un pò per strategia Owen non disputa la semifinale anche se la sua caduta gli ha causato la rottura del timpano e una contusione al collo. Sarà sicuramente uno dei protagonisti del ASP 2010.

Joel Parkinson si fa bloccare al terzo posto da un grande Bede Durbidge e perde l’occasione di confermarsi il campione del 2009. Lascia la possibilatà al grande Mick Fanning. Quindi finale di tour all’ultimo fiato per decretare il campione di quest’anno. Pipeline annuncerà il vincitore!

27.10.2009Rip Curl PRO Serach Peniche - Owen Wright
Dopo un giorno di stop con tutta tranquillità riprendono le gare. Si può dire che qui le onde ci sono in abbondanza. Oggi 6 piedi tubanti velocissimi. Condizioni per ottimi tubi ma per niente facili anche per i PRO dell’asp. Non sono mancate cadute spettacolari.

Primo caduto del Round 3 Dane Raynolds a causa dell’inarrestabile Owen Wright, pupillo Rip Curl, che nei quarti di finale avrà un infortunio e dovrà abbandonare la heat contro Damien Hobgood. Passerà comunque la heat avendo già accomulato un punteggio di 12.83 e avendo segnato un bel 10!.

Rip Curl PRO Serach Peniche - Joel ParkinsonJoel Parkinson sembra aver ritrovato il suo stato di forma e procede fino alle semifinale eliminado prima il giovane Kai Otton (HAW) e poi nei quarti Bobby Martinez che non riesce ad esprimersi al meglio su queste onde tubanti e veloci.

Il vincitore uscente dal Mundaka PRO Adriano de Souza viene fermato nel round 3 da Tim Rayes che incontrerà nei quarti l’attuale campione del mondo Mick Fanning.

Buona anche la prestazione di Jordy Smith che esprime un grande surf fino ad incontrare Bede Durbidge che lo ferma nei Quarti di finale per un soffio. Sono poche le onde che lasciano la via d’uscita.

Semifinale e Finale tutta australiana questa del Rip Curl PRO Serch – Piniche, domani quasi sicuramente la conclusione della tappa

Joel Parkinson sempre più vicino al titolo, aspettiamo, forse, lo scontro tra titani: Mick vs Parko

di Lorenzo Cerrata

CHILE 05 535 Dopo due giorni di lay day, nonostante i 3-4ft, il Rip Curl Pro Search suona la sua prima sirena il 21 ottobre e si annuncia una gara storica  per la situazone della classifica generale del WCT, ma soprattutto perchè finalmente i riders saranno messi in seria difficoltà dalla misura delle onde.

 

 

 

fanning m9234arica07tostee lLe previsioni indicano una swell tra 15 e i 18ft con picco di 20ft che per noi italiani sono poco piu di 6m, ma fate attenzione perchè i 6m sono calcolati da dietro.Per  chi bazzica sull’oceano si tratta di una misura intorno a 3 times overhead. Paragonata a onde italiane questa misura si aggira tra gli 8 e 10m a seconda del tipo di onda.

 

 

Garda le foto dell’evento Rip Curl PRO Search 2009 – Peniche

28.10.2009
Mick Fanning Vince il rip curl pro search 09Mick Fanning vince il rip curl pro search 2009 dopo essere approdato alla finale senza dover entrare in acqua data l’assenza per infortunio del giovane Owen Wright. La caduta di ieri non gli ha permesso di disputare la semifinale.

Un pò per strategia Owen non disputa la semifinale anche se la sua caduta gli ha causato la rottura del timpano e una contusione al collo. Sarà sicuramente uno dei protagonisti del ASP 2010.

Joel Parkinson si fa bloccare al terzo posto da un grande Bede Durbidge e perde l’occasione di confermarsi il campione del 2009. Lascia la possibilatà al grande Mick Fanning. Quindi finale di tour all’ultimo fiato per decretare il campione di quest’anno. Pipeline annuncerà il vincitore!

27.10.2009Rip Curl PRO Serach Peniche - Owen Wright
Dopo un giorno di stop con tutta tranquillità riprendono le gare. Si può dire che qui le onde ci sono in abbondanza. Oggi 6 piedi tubanti velocissimi. Condizioni per ottimi tubi ma per niente facili anche per i PRO dell’asp. Non sono mancate cadute spettacolari.

Primo caduto del Round 3 Dane Raynolds a causa dell’inarrestabile Owen Wright, pupillo Rip Curl, che nei quarti di finale avrà un infortunio e dovrà abbandonare la heat contro Damien Hobgood. Passerà comunque la heat avendo già accomulato un punteggio di 12.83 e avendo segnato un bel 10!.

Rip Curl PRO Serach Peniche - Joel ParkinsonJoel Parkinson sembra aver ritrovato il suo stato di forma e procede fino alle semifinale eliminado prima il giovane Kai Otton (HAW) e poi nei quarti Bobby Martinez che non riesce ad esprimersi al meglio su queste onde tubanti e veloci.

Il vincitore uscente dal Mundaka PRO Adriano de Souza viene fermato nel round 3 da Tim Rayes che incontrerà nei quarti l’attuale campione del mondo Mick Fanning.

Buona anche la prestazione di Jordy Smith che esprime un grande surf fino ad incontrare Bede Durbidge che lo ferma nei Quarti di finale per un soffio. Sono poche le onde che lasciano la via d’uscita.

Semifinale e Finale tutta australiana questa del Rip Curl PRO Serch – Piniche, domani quasi sicuramente la conclusione della tappa

Joel Parkinson sempre più vicino al titolo, aspettiamo, forse, lo scontro tra titani: Mick vs Parko

di Lorenzo Cerrata

CHILE 05 535 Dopo due giorni di lay day, nonostante i 3-4ft, il Rip Curl Pro Search suona la sua prima sirena il 21 ottobre e si annuncia una gara storica  per la situazone della classifica generale del WCT, ma soprattutto perchè finalmente i riders saranno messi in seria difficoltà dalla misura delle onde.

 

 

 

fanning m9234arica07tostee lLe previsioni indicano una swell tra 15 e i 18ft con picco di 20ft che per noi italiani sono poco piu di 6m, ma fate attenzione perchè i 6m sono calcolati da dietro.Per  chi bazzica sull’oceano si tratta di una misura intorno a 3 times overhead. Paragonata a onde italiane questa misura si aggira tra gli 8 e 10m a seconda del tipo di onda.

 

 

Garda le foto dell’evento Rip Curl PRO Search 2009 – Peniche

28.10.2009
Mick Fanning Vince il rip curl pro search 09Mick Fanning vince il rip curl pro search 2009 dopo essere approdato alla finale senza dover entrare in acqua data l’assenza per infortunio del giovane Owen Wright. La caduta di ieri non gli ha permesso di disputare la semifinale.

Un pò per strategia Owen non disputa la semifinale anche se la sua caduta gli ha causato la rottura del timpano e una contusione al collo. Sarà sicuramente uno dei protagonisti del ASP 2010.

Joel Parkinson si fa bloccare al terzo posto da un grande Bede Durbidge e perde l’occasione di confermarsi il campione del 2009. Lascia la possibilatà al grande Mick Fanning. Quindi finale di tour all’ultimo fiato per decretare il campione di quest’anno. Pipeline annuncerà il vincitore!

27.10.2009Rip Curl PRO Serach Peniche - Owen Wright
Dopo un giorno di stop con tutta tranquillità riprendono le gare. Si può dire che qui le onde ci sono in abbondanza. Oggi 6 piedi tubanti velocissimi. Condizioni per ottimi tubi ma per niente facili anche per i PRO dell’asp. Non sono mancate cadute spettacolari.

Primo caduto del Round 3 Dane Raynolds a causa dell’inarrestabile Owen Wright, pupillo Rip Curl, che nei quarti di finale avrà un infortunio e dovrà abbandonare la heat contro Damien Hobgood. Passerà comunque la heat avendo già accomulato un punteggio di 12.83 e avendo segnato un bel 10!.

Rip Curl PRO Serach Peniche - Joel ParkinsonJoel Parkinson sembra aver ritrovato il suo stato di forma e procede fino alle semifinale eliminado prima il giovane Kai Otton (HAW) e poi nei quarti Bobby Martinez che non riesce ad esprimersi al meglio su queste onde tubanti e veloci.

Il vincitore uscente dal Mundaka PRO Adriano de Souza viene fermato nel round 3 da Tim Rayes che incontrerà nei quarti l’attuale campione del mondo Mick Fanning.

Buona anche la prestazione di Jordy Smith che esprime un grande surf fino ad incontrare Bede Durbidge che lo ferma nei Quarti di finale per un soffio. Sono poche le onde che lasciano la via d’uscita.

Semifinale e Finale tutta australiana questa del Rip Curl PRO Serch – Piniche, domani quasi sicuramente la conclusione della tappa

Joel Parkinson sempre più vicino al titolo, aspettiamo, forse, lo scontro tra titani: Mick vs Parko

di Lorenzo Cerrata

CHILE 05 535 Dopo due giorni di lay day, nonostante i 3-4ft, il Rip Curl Pro Search suona la sua prima sirena il 21 ottobre e si annuncia una gara storica  per la situazone della classifica generale del WCT, ma soprattutto perchè finalmente i riders saranno messi in seria difficoltà dalla misura delle onde.

 

 

 

fanning m9234arica07tostee lLe previsioni indicano una swell tra 15 e i 18ft con picco di 20ft che per noi italiani sono poco piu di 6m, ma fate attenzione perchè i 6m sono calcolati da dietro.Per  chi bazzica sull’oceano si tratta di una misura intorno a 3 times overhead. Paragonata a onde italiane questa misura si aggira tra gli 8 e 10m a seconda del tipo di onda.

 

 

CICLONE SMITH SFIDA I GRANDI!

Guarda il Video 

E’ partito il Rip Curl pro 2009, seconda tappa di stagione dell’ASP World Tour.
Primo round in cui hanno gareggiato i pro che dovranno raggiungere, nella seconda serie, l’èlite del surf mondiale.

L’Europa ha schierato Tim Boal, Michel Bourez, Aritz Aranburu, Miky Picon e Tiago Pires. Jérémy Florès partirà dal 2° round in quanto 9° nel wolrd ranking.
Subito in evidenza la forza tecnica del sudafricano Jordy Smith, che nelle difficili condizioni del mare di Bells Beach è esploso in una serie di trick sconvolgenti, tanto da piazzare il miglior score di giornata (18.50) ai danni dell’australiano Matt Wilkinson. Il rookie sudafricano ha surfato splendidamente due onde da 9.00 e 9.50 e si presenta al 2° round più carico che mai.
Tra gli europei passa Michel Bourez, che ha avuto vita facile contro un irriconoscibile Roy Powers, mentre il tedesco Marlon Lipke ha ceduto senza lottare contro il local Dayyan Nev.

Lotta fino all’ultima onda nel derby tutto francese tra Tim Boal e Michael Picon, con successo di Boal, che ha distaccato di 3 punti il connazionale (14.50).
Intanto Tiago Pires non ha avuto certo vita facile con l’hawaiano Dustin Barca, ma accede al 2° round grazie a un finale di 13.50.

Punteggi bassi un po’ per tutti tranne che per il ciclone Smith e grande sorpresa per l’esclusione di Dane Reynolds, in forte difficoltà davanti a onde irregolari che non gli permettevano di concludere al meglio una sola manovra. Ne ha approfittato così il rivale australiano Owen Wright, con una buona performance nel finale. Infine, da segnalare la sfortunata prova di Aritz Aranburu, in testa fino a cinque minuti dal termine e poi superato sul filo di lana dal local Kieren Perrow, per soli 27 centesimi. (12.50/12.23).

Da adesso si inizia a fare sul serio, con un 2° round che ritarda per fare spazio alla session femminile, ma che è previsto per il 9 aprile ore 7:00 locali.

Ecco i 32 in gara:

Heat 1: C.J. Hobgood (USA) vs. Mick Campbell (AUS)
Heat 2: Chris Ward (USA) vs. Taylor Knox (USA)
Heat 3: Kai Otton (AUS) vs. Dayyan Neve (AUS)
Heat 4: Joel Parkinson (AUS) vs. Michel Bourez (PYF)
Heat 5: Mick Fanning (AUS) vs. Tiago Pires (PRT)
Heat 6: Bobby Martinez (USA) vs. Tim Boal (FRA)
Heat 7: Damien Hobgood (USA) vs. Jordy Smith (ZAF)
Heat 8: Kelly Slater (USA) vs. Owen Wright (AUS)
Heat 9: Bede Durbidge (AUS) vs. Adam Robertson (AUS)
Heat 10: Tom Whitaker (AUS) vs. Jihad Khodr (BRA)
Heat 11: Adriano de Souza (BRA) vs. Drew Courtney (AUS)
Heat 12: Jeremy Flores (FRA) vs. Kekoa Bacalso (HAW)
Heat 13: Taj Burrow (AUS) vs. Jay Thompson (AUS)
Heat 14: Tim Reyes (USA) vs. Kieren Perrow (AUS)
Heat 15: Adrian Buchan (AUS) vs. Dean Morrison (AUS)
Heat 16: Fredrick Patacchia (HAW) vs. David Weare (ZAF)

Video 1° round:

www.youtube.com/v/TxP7CGwHW3E&border=1&color1=0x3a3a3a&color2=0x999999&feature=player_embedded&fs=1″ />www.youtube.com/v/TxP7CGwHW3E&border=1&color1=0x3a3a3a&color2=0x999999&feature=player_embedded&fs=1″ allowfullscreen=”true”>