Regole Basilari del Surf

La scelta dell’onda

Regola 01
Un’onda che rompe su tutta la sua lunghezza è insurfabile.

Un’onda è surfabile se frange in modo regolare; si chiama DESTRA se frange verso la destra quando si surfa, e SINISTRA nel caso contrario. 

 La priorità del surfista
 
regola 02
Il surfista più vicino al picco (la parte più ripida dell’onda) è prioritario per tutta la durata dell’onda.

Di norma dovrebbe esserci un solo surfista per onda.

regola 03
Un’onda e 2 sensi di surfata, ma una sola priorità.
Un’onda può avere due sensi di surfata opposti. Il primo surfista che scende ottiene la priorità. 

regola 04
Il caso di un’ onda con due priorità: un’onda può avere due sensi di surfata distinti.
In questo caso i due surfisti sono entrambi prioritari. 

 

Risalita verso la line up

regola 05
Il surfista sull’onda è prioritario sugli altri: un surfista sull’onda è prioritario su quello che risale verso la line up.
La priorità implica tuttavia al surfista sull’onda attenzione per evitare la collisione! 

Il surfista che risale verso la line up non deve ostacolare la corsa del surfista sull’onda.

regola 06

 Attesa dell’onda 

regola 07
Il surfista che attende l’onda non deve stazionare nel punto in cui rompe l’onda, perchè ostruisce o impedisce la discesa di un’altro surfista creando pericolo.
Disponendosi al di là della line up, il surfista sarà al sicuro e in grado di prendere le onde. 

Segnaletica

regola 08Rispettare la segnaletica e la zona dei bagnanti è un principio di sicurezza fondamentale. Il surfista deve tenere conto della segnaletica propria di ogni spiaggia, che regolamenta le zone di pratica: il surf a partire dalla bandiera verde al tondo rosso e bodyboard a partire dalla bandiera che delimita la fine della zona di bagno bandiera verde al tondo rosso. Infine, qualsiasi surfista deve rispettare l’ambiente perché sia sul mare che nella spiaggia non restino segni del suo passaggio. Purtroppo in Italia non è ancora diffuso questo sistema di regolamentazione, quindi occore spesso badare alla sicurezza propria e dei bagnanti affidandosi al buon senso. 

Come ogni ambiente naturale instabile, il mare comporta rischi: pertanto, è buona norma sorvegliarsi reciprocamente e prestarsi assistenza in caso del pericolo.

Articolo SportEstremi.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.