Menegatti terzo in South Africa

Modiale Slalom Sud Africa 08Una ventina di atleti hanno preso parte all’edizione 2008 dei Campionati Mondiali Slalom, riposizionati in Sudafrica dal 4 al 10 gennaio dopo la rinuncia degli organizzatori portoghesi. Il periodo collocato nella parte finale delle vacanze di Capodanno e le incertezze sulla sede hanno tenuto lontano la grande flotta, ma erano comunque rappresentati dodici paesi e tre continenti con i loro migliori atleti, numeri tali da rendere valido l’evento. La difesa dei colori italiani era affidata ai due protagonisti della stagione, il campione nazionale Alberto Menegatti e il vice-campione Andrea Rosati. Rivali più accreditati sulla carta erano l’inglese Ross Williams, l’olandese Ben Van Der Steen, il tedesco Klaas Voget e l’austriaco Markus Poltenstein.

Alberto MenegattiDopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Modiale Slalom Sud Africa 08Una ventina di atleti hanno preso parte all’edizione 2008 dei Campionati Mondiali Slalom, riposizionati in Sudafrica dal 4 al 10 gennaio dopo la rinuncia degli organizzatori portoghesi. Il periodo collocato nella parte finale delle vacanze di Capodanno e le incertezze sulla sede hanno tenuto lontano la grande flotta, ma erano comunque rappresentati dodici paesi e tre continenti con i loro migliori atleti, numeri tali da rendere valido l’evento. La difesa dei colori italiani era affidata ai due protagonisti della stagione, il campione nazionale Alberto Menegatti e il vice-campione Andrea Rosati. Rivali più accreditati sulla carta erano l’inglese Ross Williams, l’olandese Ben Van Der Steen, il tedesco Klaas Voget e l’austriaco Markus Poltenstein.

Alberto MenegattiDopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Modiale Slalom Sud Africa 08Una ventina di atleti hanno preso parte all’edizione 2008 dei Campionati Mondiali Slalom, riposizionati in Sudafrica dal 4 al 10 gennaio dopo la rinuncia degli organizzatori portoghesi. Il periodo collocato nella parte finale delle vacanze di Capodanno e le incertezze sulla sede hanno tenuto lontano la grande flotta, ma erano comunque rappresentati dodici paesi e tre continenti con i loro migliori atleti, numeri tali da rendere valido l’evento. La difesa dei colori italiani era affidata ai due protagonisti della stagione, il campione nazionale Alberto Menegatti e il vice-campione Andrea Rosati. Rivali più accreditati sulla carta erano l’inglese Ross Williams, l’olandese Ben Van Der Steen, il tedesco Klaas Voget e l’austriaco Markus Poltenstein.

Alberto MenegattiDopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Modiale Slalom Sud Africa 08Una ventina di atleti hanno preso parte all’edizione 2008 dei Campionati Mondiali Slalom, riposizionati in Sudafrica dal 4 al 10 gennaio dopo la rinuncia degli organizzatori portoghesi. Il periodo collocato nella parte finale delle vacanze di Capodanno e le incertezze sulla sede hanno tenuto lontano la grande flotta, ma erano comunque rappresentati dodici paesi e tre continenti con i loro migliori atleti, numeri tali da rendere valido l’evento. La difesa dei colori italiani era affidata ai due protagonisti della stagione, il campione nazionale Alberto Menegatti e il vice-campione Andrea Rosati. Rivali più accreditati sulla carta erano l’inglese Ross Williams, l’olandese Ben Van Der Steen, il tedesco Klaas Voget e l’austriaco Markus Poltenstein.

Alberto MenegattiDopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Modiale Slalom Sud Africa 08Una ventina di atleti hanno preso parte all’edizione 2008 dei Campionati Mondiali Slalom, riposizionati in Sudafrica dal 4 al 10 gennaio dopo la rinuncia degli organizzatori portoghesi. Il periodo collocato nella parte finale delle vacanze di Capodanno e le incertezze sulla sede hanno tenuto lontano la grande flotta, ma erano comunque rappresentati dodici paesi e tre continenti con i loro migliori atleti, numeri tali da rendere valido l’evento. La difesa dei colori italiani era affidata ai due protagonisti della stagione, il campione nazionale Alberto Menegatti e il vice-campione Andrea Rosati. Rivali più accreditati sulla carta erano l’inglese Ross Williams, l’olandese Ben Van Der Steen, il tedesco Klaas Voget e l’austriaco Markus Poltenstein.

Alberto MenegattiDopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Modiale Slalom Sud Africa 08Una ventina di atleti hanno preso parte all’edizione 2008 dei Campionati Mondiali Slalom, riposizionati in Sudafrica dal 4 al 10 gennaio dopo la rinuncia degli organizzatori portoghesi. Il periodo collocato nella parte finale delle vacanze di Capodanno e le incertezze sulla sede hanno tenuto lontano la grande flotta, ma erano comunque rappresentati dodici paesi e tre continenti con i loro migliori atleti, numeri tali da rendere valido l’evento. La difesa dei colori italiani era affidata ai due protagonisti della stagione, il campione nazionale Alberto Menegatti e il vice-campione Andrea Rosati. Rivali più accreditati sulla carta erano l’inglese Ross Williams, l’olandese Ben Van Der Steen, il tedesco Klaas Voget e l’austriaco Markus Poltenstein.

Alberto MenegattiDopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Modiale Slalom Sud Africa 08Una ventina di atleti hanno preso parte all’edizione 2008 dei Campionati Mondiali Slalom, riposizionati in Sudafrica dal 4 al 10 gennaio dopo la rinuncia degli organizzatori portoghesi. Il periodo collocato nella parte finale delle vacanze di Capodanno e le incertezze sulla sede hanno tenuto lontano la grande flotta, ma erano comunque rappresentati dodici paesi e tre continenti con i loro migliori atleti, numeri tali da rendere valido l’evento. La difesa dei colori italiani era affidata ai due protagonisti della stagione, il campione nazionale Alberto Menegatti e il vice-campione Andrea Rosati. Rivali più accreditati sulla carta erano l’inglese Ross Williams, l’olandese Ben Van Der Steen, il tedesco Klaas Voget e l’austriaco Markus Poltenstein.

Alberto MenegattiDopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Modiale Slalom Sud Africa 08Una ventina di atleti hanno preso parte all’edizione 2008 dei Campionati Mondiali Slalom, riposizionati in Sudafrica dal 4 al 10 gennaio dopo la rinuncia degli organizzatori portoghesi. Il periodo collocato nella parte finale delle vacanze di Capodanno e le incertezze sulla sede hanno tenuto lontano la grande flotta, ma erano comunque rappresentati dodici paesi e tre continenti con i loro migliori atleti, numeri tali da rendere valido l’evento. La difesa dei colori italiani era affidata ai due protagonisti della stagione, il campione nazionale Alberto Menegatti e il vice-campione Andrea Rosati. Rivali più accreditati sulla carta erano l’inglese Ross Williams, l’olandese Ben Van Der Steen, il tedesco Klaas Voget e l’austriaco Markus Poltenstein.

Alberto MenegattiDopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Modiale Slalom Sud Africa 08Una ventina di atleti hanno preso parte all’edizione 2008 dei Campionati Mondiali Slalom, riposizionati in Sudafrica dal 4 al 10 gennaio dopo la rinuncia degli organizzatori portoghesi. Il periodo collocato nella parte finale delle vacanze di Capodanno e le incertezze sulla sede hanno tenuto lontano la grande flotta, ma erano comunque rappresentati dodici paesi e tre continenti con i loro migliori atleti, numeri tali da rendere valido l’evento. La difesa dei colori italiani era affidata ai due protagonisti della stagione, il campione nazionale Alberto Menegatti e il vice-campione Andrea Rosati. Rivali più accreditati sulla carta erano l’inglese Ross Williams, l’olandese Ben Van Der Steen, il tedesco Klaas Voget e l’austriaco Markus Poltenstein.

Alberto MenegattiDopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Dopo le prime due giornate caratterizzate da insufficienti condizioni di vento, gli organizzatori hanno deciso di trasferire la carovana da Big Bay alla spiaggia di Witsands, vicino a Scarborough. Decisione quanto mai opportuna, dato che il terzo giorno ha consentito la disputa di tre Slalom, con vento tra i 15 e i 20 nodi. Era la prima volta nella storia che una regata Slalom aveva luogo a Witsands e lo spettacolo non si è fatto attendere, con onde alte sino a tre metri che non hanno mancato di causare qualche problema ai regatanti.

Sin dalle prime due prove l’olandese Van Der Steen e l’inglese Williams hanno dimostrato di avere una marcia in più: successo per Williams nella prima e di Van Der Steen nella seconda, a posizioni invertite. Alberto Menegatti dimostrava tutto il suo valore, aggiudicandosi in entrambe le occasioni il terzo posto e ratificando le sue ambizioni di podio. Per Rosati due ottimi sesti posti. Menegatti sembrava aver preso la giusta misura nella terza prova in cui si trovava in testa, ma un errore pregiudicava il suo risultato, relegandolo in decima posizione. Williams conquistava così il secondo successo parziale, sempre su Van Der Steen, con Rosati quinto.

La giornata successiva era dedicata interamente alla competizione Wave che affiancava i Mondiali Slalom, lasciando aperta la porta per ulteriori prove all’ultimo giorno di regate.

Modiale Slalom Sud Africa 08Con vento sempre a 15-20 nodi, nel quarto Slalom la vittoria arrideva a Van Der Steen proprio sul filo del rasoio, tale da misurarsi in decimi di secondo. Grande era quindi l’attesa per la quinta prova, essendo entrambi i protagonisti accreditati di un primo e un secondo posto a testa. Menegatti riprendeva a macinare successo, conquistando per la terza volta il terzo posto, così come Rosati era nuovamente sesto.

Quinto Slalom fatale per Williams che scontava cattive partenze sia nella semifinale che in finale e si doveva accontentare del quarto posto, dietro non solo a Van Der Steen che si laureava così campione mondiale, ma anche al sorprendente austriaco Chris Pressler e al tedesco Voget. Menegatti otteneva il quinto posto, sufficiente con il gioco dei due scarti, a garantirgli il gradino più basso del podio dietro all’olandese Van Der Steen e al britannico Williams. Al quarto posto il tedesco Voget, al quinto l’olandese Dirk Doppenberg e al sesto Rosati, posizione che rispecchiava quattro volte su cinque i suoi parziali di gara. Nei primi dieci anche l’austriaco Markus Poltenstein che spesso vediamo sul Garda, il già citato austriaco Pressler, il ceco Tom Malina e l’atleta di Singapore Wong Elon. L’unica donna presente, la turca Lena Erdil, si è classificata sedicesima.

Ad Alberto Menegatti le nostre più vive congratulazioni.
Commenti, classifiche e foto al sito IFCA
http://ifca.internationalwindsurfing.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.