BEAR SARDINIA LONGBOARD 2010 – Result

Finali

Bear Sardinia Longboard invitational 2010 - Pistidda ©Stefania CorriasC’è ancora Marco Pistidda sul podio del Sardinia Longboard Invitational.

E’di nuovo la bandiera dei quattro mori a sventolare vittoriosa al primo posto: Marco Pistidda, dopo una semifinale e una finale combattuta all’ ultima onda, si aggiudica il primo posto, seguito da Ponzanelli, Farri e Ferri.

E’ stato un contest incerto fino alla fine. Mentre appena qualche metro più in là decine e decine di surfers attendevano trepitanti la fine di ogni batteria per contendersi il picco e gli sguardi del pubblico, e mentre al Gozzilla i local godevano indisturbati dei set degni di questo nomignolo, tra una hit e l’altra erano Ponzanelli, Pistidda, Farri e Ferri e disputarsi la finale.

Alle manovre radical di Pistidda, Ponzanelli ha risposto con uno stile classico e impeccabile, ma il sardo non si è dato per vinto. Con una scelta attenta e ponderata delle onde, Pistidda ha dato il meglio di sé, dimostrando, oltre che un’ indiscussa tecnica, un’ ottima capacità di lettura dell’ onda. così, nonostante alla penultima onda Ponzanelli abbia sfoderato il suo asso nella manica, un perfetto ed elegante elicopter, il numero e la qualità delle onde scelte sono rimasti a favore di Marco, regalandogli la manovrabilità e la spinta necessaria a dare il meglio di sé ed aggiudicarsi così il primo posto.

La fine del Contest ha ceduto il posto poi alla goliardia del Single Fin&Retrò expression session, dove una serie di surfisti, con parrucche e abiti di ogni forma e colore, hanno cavalcato le onde con Eggs, single Fin, Fish e Bonzer.

Domenica 17 Ottobre

Bear Sardinia Invitational 2010 ©Stefania CorriasIl mini Capo, come previsto, non ha deluso i suoi spettatori.

Il vento continua a soffiare e il moto ondoso sembra in costante miglioramento.

Otto batterie di surfisti si sono susseguite ed, onda dopo onda, hanno messo in scena uno spettacolo di manovre, tra il moderno e il classico, all’altezza del più vecchio Contest esistente in Italia, quale l’ Italia Longboard tour.

I set iniziano a diventare più frequenti, regalandoci onde sia destre che sinistre, con una buona forma.

Marco Pistidda ha dominato la scena, con manovre da hold e new style combinate, giocandosi la gara con Ponzanelli , ma non sono mancati spiccati talenti che, anche se meno conosciuti, hanno sfoderato manovre d’eccellenza.

 I quarti di finale sono ora alle porte, a sfidarsi Ponzanelli, Pardini, Parri, Boscaglia, Testarella, Pistidda, Costa, Ingletto, Bertoni, Sodini, Rizzo, Zappelli, Ferri e Palmerini.

Day 1

Bear Sardinia Invitational 2010 ©Stefania CorriasIl rosso delle bandiere Bear sventola oggi nella Marina di San Vero Milis, Oristano: è qui che tra domani e lunedì avranno luogo il Sardinia Longboard Invitational e il Single Fin&Retrò.

Il mare della Sardegna è diventato ormai spot internazionale, questi eventi vantano, infatti, la partecipazione di atleti da tutto il mondo; anno dopo anno decine di ragazzi spinti dalla voglia di superare i propri limiti e di provare quell’adrenalina che solo il surf sa dare, si sfidano nella baia dove il Maestrale crea le onde migliori d’ Italia.

Una leggera brezza da Nord- Ovest ha iniziato ieri a spazzare l’ isola per andare oggi ad intensificarsi.

Lo spot del Mini Capo, prescelto per la gara, appare stasera in leggero aumento, mentre le prime onde iniziano a frangere sotto la scogliera di Capo Mannu.

Il clima che si respira è quello dell’ attesa prima di una grande giornata.

L’ansia di vedere come sarà domani il mare si presenta a cadenze ricorrenti nei discorsi tra i surfisti, come un’ orologio che batte le ore: spesso il Mini Capo è beffatore e a giornate di piatta si susseguono cavalloni imprevedibili. C’è chi cerca di scacciare le preoccupazioni con un bagno propiziatorio, ma il Mini Capo non si presta alle prove, per questa sera, cede il passo a Capo Mannu, riservandosi il diritto di stupire, forse, domani.

Domenica 17 Ottobre. Il mini Capo, come previsto, non ha deluso i suoi spettatori.

Il vento continua a soffiare e il moto ondoso sembra in costante miglioramento.

Otto batterie di surfisti si sono susseguite ed, onda dopo onda, hanno messo in scena uno spettacolo di manovre, tra il moderno e il classico, all’altezza del più vecchio Contest esistente in Italia, quale l’ Italia Longboard tour.

I set iniziano a diventare più frequenti, regalandoci onde sia destre che sinistre, con una buona forma.

Marco Pistidda ha dominato la scena, con manovre da hold e new style combinate, giocandosi la gara con Ponzanelli , ma non sono mancati spiccati talenti che, anche se meno conosciuti, hanno sfoderato manovre d’eccellenza.

 I quarti di finale sono ora alle porte, a sfidarsi Ponzanelli, Pardini, Parri, Boscaglia, Testarella, Pistidda, Costa, Ingletto, Bertomi, Sodini, Rizzo, Zappelli, Ferri e Palmerini.

 

Stefania Corrias

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.