Archivi categoria: Atleti & Preparazione

Antonio Rinaldi

Qual è stato il tuo approccio al surf?

 

Innamorato a prima vista, anche se vuoi per una tavola non proprio adatta ad un principiante, vuoi per l’assenza di qualcuno più esperto che mi avesse fatto risparmiare tanta fatica e tempo, all’inizio è stata davvero dura!

Come vivi il surf?

 Ciò che adoro del surfing è l’essere un microcosmo, un mondo nascosto nel mondo con le sue regole non scritte ma necessariamente rispettate, le sue ciclicità e le sue sorprese. Lo definirei una forma di meditazione, di astrazione dalla realtà ma nello stesso tempo lo vivo come un continuo migliorarsi, provare e riprovare manovre viste magari in un dvd la sera prima; odio adagiarmi sulle certezze.

La condizione ideale per te? Estate o Inverno?

 Onde lunghe non importa quanto grosse, ma provenienti da più lontano possibile veloci e ripide. Tra freddo e caldo scelgo sicuramente il freddo, decima la presenza in acqua ma soprattutto fa un’accurata selezione.

Inoltre le onde generalmente in inverno sono molto più belle durano per più giorni, cosa impossibile con il termico estivo.

Che ne pensi del localismo?

 Il “localismo” è un termine troppo generico, se con esso s’intende la prevaricazione a priori dell’altro solo perché non lo si conosce e non surfa abitualmente il nostro spot, sono assolutamente contrario, se si intende invece far rispettare il proprio home-spot e farsi sentire con quelle persone a cui nessuno ha insegnato a comportarsi, sono il primo! Prima regola per vivere è il rispetto, io per primo voglio portarlo con il sorriso ed un saluto.

Com’è la scena nel litorale livornese?

 

 

Non mi riconosco molto nel classico surfista livornese per il quale valgono solo alcune equazioni: onda bella = onda grossa, onda piccola = onda ridicola. Peccato che le onde grosse ( 2,5-3 m) da noi ci saranno due o tre volte l’anno e perlopiù insurfabili….

Nella nostra zona i surfisti sono molto chiusi e per questo tecnicamente siamo rimasti molto molto indietro rispetto ad altre realtà anche vicine.

Che ne pensi delle gare?

 

 

Il surf è freesurf in quanto l’esser libero è la cosa principale che lo caratterizza, comunque se una persona vuol migliorarsi deve cercare di mettersi continuamente in discussione, quale occasione migliore di un contest? Purtroppo l’organizzazione a volte non è il massimo.

Vuoi ringraziare qualcuno?

 

 

Saluto e ringrazio te per quest’intervista, Simone di Verticale surf-shop per il supporto e la fiducia che ha riposto in me, mantenendo sempre le promesse fattemi. Ringrazio inoltre le persone che standomi vicino sopportano la mia dipendenza dal surf!

Gavino Dettori

< P>< STRONG>quando hai iniziato?STRONG>&nbsp; < BR>Ho iniziato quattro anni fa. < BR>< STRONG>come mai vi chiamano i bulgari? < BR>STRONG>Il soprannome è nato da VITTORIO CASU durante il giorno del&nbsp; Quiksilver Invitational&nbsp; a Bugerru. Siccome siamo abbastanta agitati e non stiamo mai fermi&nbsp; … e ci lanciamo senza paura dentro i tubi il soprannome è venuto spontaneo. < BR>< STRONG>Vi siete mai scambiati le ragazzese si i dettagli? < BR>STRONG>Lo abbiamo fatto quando solo una volta quando eravamo piccoli ( niente dettagli ) < BR>< STRONG>come ti sei avvicinato al mondo del Surf ? Sei stato spinto da qualcuno?STRONG>&nbsp; < BR>Mi sono avvicinato a questo bellissimo mondo osservando gli altri che facevano questo sport. In Sardegna infatti il Surf è diffuso soprattutto sulla costa ovest. < BR>< STRONG>racconta le prime volte che sei uscito in mare …STRONG>&nbsp; < BR>la mia prima volta è stata in estate, ero molto emozionato ma allo stesso tempo spaventato, perché non conoscevo i rischi che correvoPerò dopo aver superato questi problemi mi sono divertito un sacco, e sono molto contento di aver proseguito questa strada. < BR>< STRONG>cosa non sopporti o ti fa arrabbiare del surfse cequalcosa …STRONG> < BR>Del surf in particolare non c‘è niente, sono solo scocciato dal forte localismo che trovo ogni volta che esco dal mio home spot. < BR>< STRONG>cosa ti piace della gente che surfa come te … < BR>STRONG>A me piacciono la buona volontà e il divertimento, come la maggior parte dei surfisti ( soprattutto divertimento ) < BR>< STRONG>Qual è il tuo rapporto con il mare, a prescindere dal surf?STRONG>< BR>Io mi trovo a mio agio con il mare forse un pocome la maggior parte dei sardi e soprattutto perché ci sono cresciuto. < BR>< STRONG>Perché secondo te ad un certo punto una persona si avvicina al surf? < BR>STRONG>Secondo me una persona si avvicina al surf perché lo vede come uno sport nuovo e misterioso, quindi viende spinto dalla curiosità e poi catturato dalla sua naturalezza. < BR>< STRONG>C‘è qualcosa di inutile che porti cmq sempre con te quando vai a surfare lontano?STRONG> < BR>Si, il cellulare, però da una parte è inutile invece dallaltra è molto utile … < BR>< STRONG>Quanto toglie il surf alla tua vita? Nel sensoa cosa rinunci per il surf?STRONG>&nbsp; < BR>Per il Surf Rinuncerei a: non andare al lavoro, Studiare, Uscire con una ragazza, Fidanzarmi, alle volte anche a saltare il pasto. < BR>< STRONG>Leggi qualche rivista specifica?STRONG>&nbsp; < BR>SURF NEWS,REVOLT, e ***** ciò che è interessante < BR>< STRONG>Dove compri di solito attrezzatura e quantaltro?&nbsp; < BR>STRONG>Io compro ***** ciò che mi serve per far bene il mio sport da BLACK MARKET. < BR>< STRONG>Il posto in cui hai surfato che consigli a tutti?STRONG>&nbsp; < BR>Platamona ( SardegnaSS ), bello quando il mare è spinto da venti di scirocco < BR>< STRONG>Il posto dove vorresti surfare e finora non hai potuto?STRONG>&nbsp; < BR>Io vorrei surfare a Snapper Rocks e a Ment Hawaii < BR>< STRONG>Ti nutri in modo particolare?STRONG>&nbsp; < BR>Mangio tanta frutta e verdura e bevo molta acqua naturalePiù equilibrato di così c‘è solo pane e acqua < BR>P>

Vittorio Casu

quando hai iniziato? 
ho iniziato a praticare il surf nell’aprile 2000 con un semi gun sud africano le cui misure erano 7″3″ 
come ti sei avvicinato al mondo del Surf ? Sei stato spinto da qualcuno? 
***** è nato da mio zio roberto che praticava il wind surf un giorno mi diede un body board ,ma inizialmente non avevo la più pallida idea di come si usasse!!successivamente vidi sul serial televisivo “baywatch” il figlio del protagonista che si dilettava nella pratica del body boardig, ed allora andai a provare al mare coinvolgendo in seguito il mio amico giovanni cossu che da allora continua con me a divertirsi sulla tavola da surf
racconta le prime volte che sei uscito in mare … 
le prime volte andavo la domenica con i miei in un posto che si chiama la ciaccia a valledoria,poi successivamente iniziammo a legare le tavole sul motorino e via sotto la pioggia a beccare le onde.
cosa non sopporti o ti fa arrabbiare del surf … se c’e’ qualcosa …
sinceramente penso di non odiare niente che riguardi il surf a parte l’alta pressione e gli anticicloni!!per il resto a parte la soddisfazione personale, non ho mai dato troppo peso a ciò che gira attorno al al surf in italia.Alla fine è uno sport per sognatori…
cosa ti piace della gente che surfa come te …
il modo di vivere e di pensare da grandi sognatori sempre alla ricerca di onde potenti e condizioni impegnative con le quali mettersi alla prova.
Qual è il tuo rapporto con il mare, a prescindere dal surf? 
il mare mi porta consiglio ,quando sei in acqua ***** è diverso riesci a liberare completamente la mente l’introspezione galoppa e fa uscir fuori il tuo vero io..è una cosa che collego al decadentismo.
Perché secondo te ad un certo punto una persona si avvicina al surf?
sicuramente per curiosità,è uno sport che fa figo agli occhi dei comuni mortali poi e bello si sta in acqua crea comunità.successivamente lo si fa per consapevolezza se uno riconosce se stesso con il surf
C’è qualcosa di inutile che porti cmq sempre con te quando vai a surfare lontano?
mediamente dimentico spesso cio che mi è utile figuriamoci se porto qualcosa di inutile..
..forse la donnarompe troppo quando la porto con me nei trip.. 
Quanto toglie il surf alla tua vita? Nel senso… a cosa rinunci per il surf? 
il surf mi porta via tanto ma mi rende altrettanto pero a livello di esperienza personale. Molte volte rinuncio alla normale vita da ventenne in previsione di gare mareggiate o quant altro;altre volte litigo con con la donna perchè non le dedico abbastanza tempo…
Leggi qualche rivista specifica? 
leggo qualsiasi cosa tratti surf tanto alla fine parlano tutti della stessa cosa chi meglio chi peggio.. 
Dove compri di solito attrezzatura e quant’altro? 
il mio negozio di fiducia è il black market sono molto amico del proprietari con il quale vado spesso al mare. 
Il posto in cui hai surfato che consigli a tutti? 
platamona vicino a sassari genera con lo scirocco simpatiche onde ignoranti!!
Il posto dove vorresti surfare e finora non hai potuto? 
sogno da un po di andare a panama 
Ti nutri in modo particolare? 
si mangio in quantita industriale kinder bueno..
 
Saluto e ringrazio il mio sponsor cult australia che mi sostiene con delle buonissime attrezzature,tutti i miei amici della north shore,i bulgari , gli amici di surfers.it e tutte le donne che mi amano..