Tiago Pires si confessa a Surfers.it

Tiago Pires (PRT)In Italia, il paese da cui provengo, gareggiare nei TOP44 è un risultato eccellente, per te gareggiare nell’ASP, il circuito professionistico per tutti i Pro mondiali, cosa significa?

E’ il mio lavoro. Per questo che sono lusingato di surfare nel più alto circuito professionistico per surfisti, anche perche accedervi è davvero difficile bisogna dare il massimo nei circuiti di preselezioni come il WCT e il WQS per poi, pian piano, scalare la classifica dell’ASP per raggiungere le prime posizioni spesso occupate da surfisti davvero forti che vengono da tutto il mondo come , America , Brasile , Australia. Entrare nell’ASP è un sogno che avevo fin da piccolo, per cui ho lottato, fino a realizzarlo nel 2006, anno in cui sono riuscito ad entrare nel Ranking ASP.

Quanto tempo hai impiegato per raggiungere il tuo sogno, entrare nel World Tour?

Ho iniziato le qualifiche nel WQS nel 2000 e solamente dopo 6 anni di impegni e sacrifici, lottando con i migliori surfisti in circolazione , sono riuscito ad accedere nelle graduatoria ASP. E’ stato davvero difficile!!

Durante il passato Quiksilver Pro France hai ottenuto un ottimo piazzamento, ora che stiamo al Billabong Pro Mundaka , dopo la tua splendida vittoria su Phil McDonald, qua’è il tuo l’obbiettivo per questa tappa?

Rip Curl PRO Serach Peniche - Tiago PiresSinceramente non ho un obiettivo prestabilito, per ora ancora non so i miei prossimi avversari anche stando al fatto che il round1 ancora non è terminato a causa dei continui lay day. Sono contento della mia vittoria durante la heat con McDonald, mi senti positivo e a mio agio, vedremo cosa succederà nelle prossime heat.

In Itali Mudaka è conosciuta come la migliore sinistra in Europa, come giudichi questa mia affermazione?

Si sono pienamente d’accordo con te, Mundaka è fantastica forse una delle sinistre migliori al mondo, soprattutto per la sua forma che è una vera e propria barra perfetta e come sappiamo bene le le barre sono quello che i surfisti cercano e quello che vogliono per surfare al meglio e per divertirsi al massimo.

Da poco sei entrato nell’Euroforce un team composto da grandi nomi come quello di Geremy Flores, cosa significa questo per te ?

Per la precisione l’Euroforce non è un vero e proprio team è più uno stato mentale, è stato formato 4 anni fa durante un trip alle Hawaii ed l’intento è stato quello di unire surfisti Europei al fine di crescere insieme, scoprire nuovi talenti ma soprattutto divertirsi. Chissà forse un giorno anche un surfista Italiano potrebbe entrare nell’Euroforce come perché no, Leonardo Fioravanti che cosi giovane ha davvero una grinta ed un talento unico.

Billabong Mundaka PRO 08 - Tiago Pires (BRA)So che hai trascorso un po di tempo nel nostro paese ,l’Italia , cosa pensi delle nostre onde e del panorama surfista che ti sei trovato ad affrontare ?

L’Italia è fantastica sono venuto due volte sempre in Versilia toccando le città di Viareggio e Forte dei Marmi, davvero posti bellissimi e a dirti la verità non mi aspettavo onde cosi notevoli infatti avevo portato tavole per condizioni piccole invece mi sono dovuto ricredere totalmente quando una grossa swell è arrivata sulle coste Toscane . Il surf è davvero una realtà in Italia e questo è la prima cosa che ho avvertito, proprio per questo motivo sono certo che tra qualche anno vedremo qualche Italiano nei posti alti delle classifiche internazionali.

Nell’ASP è sicuramente importante il fattore stato fisico ma quanto conta lo stato e l’allenamento mentale?

Lo stato e l’allenamento mentale sono fondamentali proprio per il fatto che l’ASP è un circuito professionistico che porta molte tensione e stress agl’atleti. Infatti già da tre anni sono supportato dall’aiuto di uno psicologo con cui parlo delle mie tensioni e del mio stress e questo mi rende più sicuro e più forte mentalmente. Oltre ad uno psicologo sono affiancato da un team di persone che mi seguono sia nella mia preparazione fisica, sia nel mio lavoro e nelle mie attività riguardati il Tour.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.